Un’oasi in un piccolo balcone

Il giardino in verticale permette anche a chi ha un piccolo balcone di avere una ricchezza a portata di   mano

Le piante crescono bene anche con poca terra, basta che ci siano nutrimento, acqua e luce. I  vantaggi che ne potremmo ottenere sono innumerevoli:

  • Migliora la qualità dell’ariaLe piante contribuiscono ad assorbire anidride carbonica e produrre ossigeno, e catturano polveri sottili e riducono  la quantità di gas-serra
  • Assorbe le onde elettromagneticheper confermare su questo fenomeno si stanno ancora conducendo vari studi in particolare sul cactus e sull’edera comune
  • Costituisce una barriera alla polvere – La polvere viene bloccata sulle foglie e poi lavata via dalla pioggia
  • Allontana le zanzare – Le piante producono sostanze innocue per l’uomo ma nocive per gli insetti, le più utili per allontanare le zanzare sono: rosmarino, menta, geranio, citronella e basilico
  • Contribuisce all’isolamento termico – Il giardino verticale appoggiato ad una parete, aiuta a mitigare la temperatura all’interno del nostro appartamento contribuendo al risparmio energetico. Le piante filtrano i raggi del sole, impedendo loro di colpire direttamente le pareti: mentre in inverno formano uno sbarramento  agli agenti atmosferici esterni.
  • Crea ombra sul nostro balcone – Il giardino verticale posizionato  su un lato aperto contribuisce a produrre un’ombra naturale e protegge dagli occhi indiscreti del vicino
  • Aumenta l’isolamento acustico – Mentre le onde sonore restano bloccate nel substrato inferiore, le piante riescono ad ostruire naturalmente le frequenze più alte facendo sì  che il rumore possa arrivare attenuato.
  • Regala un effetto terapeutico e rilassante.- La cura di orti e giardini ha infatti un riconosciuto effetto curativo e riabilitativo, ma anche per chi non se ne prende cura direttamente potrà godere di un effetto calmante dato dalla presenza dei colori e dei profumi della natura
  • E’ educativo e pedagogico per i più piccoli – che potranno sperimentare un contatto pratico con la natura e osservare il ciclo vitale dal seme alla pianta, alla nascita di nuove foglie o fiori
  • Permette di partecipare al movimento dei seed savers – ovvero i custodi di varietà antiche, potremmo quindi coltivare in vaso semi «preziosi» di varietà storiche e locali, che rigenereremo di anno in anno.
  • Facilita l’agricoltura biologica – meno insetti e animali nocivi, meno erbacce: i Giardini Verticali sono meno esposti agli attacchi di tutto ciò che troppo spesso viene combattuto con pesticidi e diserbanti chimici.
  • Aumenta  perfino il valore e l’appetibilità dell’immobile.

Come costruire un giardino verticale

In commercio vengono proposte innumerevoli soluzioni, la più economica ma di grande effetto è sicuramente quella di utilizzare uno o più pallet .

In questo video per produrre il vano che ospita la pianta è stato utilizzato un “tessuto non tessuto” di grammatura importante. Altra soluzione è trovare dei vasi che rientrano nelle misure che si creano nel pallet.

Gli usi del nostro giardino

  • Come semenzaio – Già da febbraio possiamo impiegare la struttura come una piccola serra in cui semineremo le nostre piantine e le terremmo coperte con telo di plastica, quando poi i germogli saranno nati li potremo mettere in vasi.
  • Per i fiori – Il giardino verticale è perfetto per coltivare una cascata di fiori colorati in poco spazio, anche sul balcone; si collocheranno sul ripiano più alto le piante che si sviluppano in altezza, per esempio le Dipladenie, in quelli sottostanti le ricadenti e le altre piante, per esempio petunie e surfinie, oltre alle immancabili margherite.

Si può creare anche un giardino di piante grasse se la posizione e assolata  o addirittura mettere un unico tipo di pianta, ad esempio una felce se la posizione del nostro balcone  è in ombra.

I fiorai e i vivai del luogo ci saranno dare sicuramente le indicazioni più precise.

  • Come orto – Se il sole splende sul nostro balcone per gran parte della giornata, potremo piantare di tutto. Se invece è esposto a mezz’ombra, dovremo limitarci a lattughe da taglio , spinaci, valeriana, cicoria, prezzemolo, cavoli, bietola, sedano, ravanelli, cipollotti, aglio, erba cipollina, fragole, aromatiche come melissa, menta, basilico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: